La piattaforma ATLAS di NETSCOUT Arbor – che raccoglie dati sul traffico anonimo da 400 service provider su scala globale, offrendo la possibilità di osservare circa un terzo dell’intero traffico Internet – ha rilevato che nel mese di Maggio 2018 sono stati registrati 4.353 attacchi informatici in Italia, con una media di circa 140 attacchi al giornoOltre il 30% di questi è stato sferrato direttamente dall’Italia, seguita da quelli provenienti dagli Stati Uniti al 28.4%. Il più grande attacco, registrato a fine mese, è stato di ben 67.6 Gbps.

Un commento a riguardo arriva da Marco Gioanola, Cloud Services Architect di NETSCOUT Arbor: “Il più grande attacco verso clienti italiani rilevato dalla piattaforma ATLAS ha superato i 60 Gigabit al secondo: centinaia di volte più grande della banda solitamente disponibile a un’azienda di medie dimensioni. Globalmente, vengono regolarmente rilevati attacchi nell’ordine delle centinaia di Gigabit. Contemporaneamente, ogni giorno centinaia di attacchi di dimensioni relativamente minori colpiscono la rete, peggiorando la user experience e causando cali di produttività. Molte aziende non hanno ancora realizzato quanto l’utilizzo pervasivo di servizi cloud abbia reso l’accesso a internet un asset critico: un attacco DDoS può protrarsi per ore o giorni, bloccando completamente l’attività aziendale.”

Nel mondo, invece ATLAS ha registrato nel solo mese di maggio oltre 480.000 attacchi, con una media di più di 15.000 i giornalieri ed un picco d’attacco di 615 Gbps registrato a inizio mese.

Atlas di Nescout Atlas di nescout